Consigli sul Canal du Midi del nostro esperto Patrice

Ti piacerebbe fare una vacanza in barca sul Canal du Midi, ma non sai quale itinerario scegliere? Leggi i consigli del nostro esperto di navigazione fluviale, Patrice, che lavora per Le Boat dal 2009! Sarà sicuramente in grado di aiutarti a scegliere la crociera perfetta per te, per vivere una gita in houseboat eccezionale!

Consigli sul Canal du Midi

Direi che il Canal du Midi lascia una traccia indelebile nella memoria di tutti coloro che lo scoprono in barca ma anche a piedi o in bicicletta. È una meraviglia di ingegneria e architettura e dobbiamo ringraziare Riquet per la realizzazione di questo meraviglioso progetto. Posso dire che ho “esaminato” ogni angolo del canale dalla sua sorgente nella Montagne Noire, da Alzeau che alimenta le Rigole fino al lago di Saint-Ferréol per raggiungere finalmente il punto di approvvigionamento idrico del canale, quello sulla "soglia di Naurouze" (Seuil de Naurouze), È senza dubbio un luogo molto tranquillo dove è molto piacevole passeggiare tra il suo parco, il suo obelisco e il suo arboreto in qualsiasi periodo dell'anno e godere dei suoi magnifici filari di platani.

 

Cittadella di Carcassonne

Il tratto del canale fino a Castelnaudary è meno trafficato, il che rende la navigazione tranquilla e piacevole.

In estate, si può navigare tra i campi di girasoli in fiore, è magico. L'arrivo al porto di Castelnaudary e l'impressionante chiusa quadrupla di Saint-Roch accanto alla base di Le Boat.

Le chiuse si susseguono a ritmo frenetico fino a Bram e poi si arriva al porto di Carcassonne a due passi da “La Cité”, il castello medievale da non perdersi. Bisogna essere attenti per passare sotto il ponte della chiusa di fronte alla stazione ferroviaria: è molto basso e non dovete perdervelo, gli spettatori molto curiosi vi stanno osservando!

 

Ponte sul Canal du Midi

Poi proseguiamo verso le basi Le Boat di Trèbes e Homps. Il canale alterna costantemente zone ombreggiate e soleggiate e ogni volta che usciamo da ciascuna delle sue curve è una nuova scoperta. Sculture metalliche nascoste, piccoli paesini affascinanti, vigneti e altro ancora.

Soprattutto, bisogna prendersi il tempo di fermarsi mentre si percorre il canale per scoprire le chiuse, i ponti, gli acquedotti, i ponti-canali, i ponti, le dighe e il tunnel. Alcune di queste opere sono ancora timbrate con lastre di pietra incise e alcune pietre sono firmate dagli operai che le hanno collocate. Una grande lezione di umiltà che ci fa sentire molto piccoli.

 

Argens-Minervois sul Canal du Midi

Sosta d'obbligo per grigliate e gelati sulla terrazza ombreggiata del ristorante "La Guinguette" ad Argens-Minervois. Se vi piace il vino, vi consiglio di visitare le cantine di Ventenac e il Château de Paraza.

La zona del Minervois ospita le migliori varietà di uva ed è riconosciuta come uno dei più antichi vigneti d'Europa. Nell'Aude, l'amore per il buon vino è diventato una passione e una tradizione. Si possono scoprire vini rossi, rosati e bianchi dai sapori profondi, fini ed equilibrati.

 

 

Le Somail sul Canal du Midi

Scalo notturno obbligatorio al porto di Le Somail dove si deve visitare la sua vecchia libreria e provare uno dei ristoranti lungo il canale, oltre a comprare il pane quotidiano sulla chiatta "Tamata".

Poi si va all'incrocio del Canal de la Robine che porta a Port La Nouvelle via Narbonne, dove è possibile attraversare il fiume Aude, passare sotto le case a graticcio nel centro di Narbonne e passeggiare lungo gli stagni e il parco naturale intorno all'isola di Sainte Lucie. A volte è possibile vedere qualche fenicottero come nella Camargue! Ma torniamo al Canal du Midi!

La tortuosa navigazione in mezzo ai vigneti ci porta a Capestang, la sua bella cattedrale e uno dei ponti più bassi del canale. Dovrete piegarvi molto! Le nostre barche passano a pochi centimetri dagli archi del ponte. La manovra è delicata e sarete orgogliosi di esserci riusciti!

Subito dopo Poilhes, alla fine dell'impressionante tunnel del Malpas di 150 metri costruito sopra la linea ferroviaria e la rete di irrigazione del laghetto di Montady, ci si deve fermare al piccolo molo di legno e seguire la direzione "Oppidum d'Enserune".

Una ventina di minuti a piedi sulla collina vi permetterà di apprezzare la magnifica vista panoramica sulla valle e la struttura agricola in camembert dello stagno di Montady.

Città di Béziers

Torniamo sulla barca! Dopo il porto di Colombiers e i suoi piccoli ristoranti, si arriva alla struttura più spettacolare del canale: la scala di chiuse di Fonseranes a Béziers. Prima c’erano 9 chiuse fino al fiume Orb, ora ce ne sono sette prima di essere dirottate su un ponte sul fiume Orb, una bella passeggiata da fare a piedi per ammirare quest’opera di ingegneria che permette alle imbarcazioni di superare un dislivello di 21,5 metri su circa 300 metri di lunghezza. Potrete vedere i resti nascosti di un progetto di ascensore per imbarcazioni inaugurato negli anni '80 ma mai utilizzato da allora. Una visita all'ufficio del turismo delle chiuse di Fonseranes permette di conoscere meglio il lavoro e la magnifica città di Béziers, a due chilometri di distanza raggiungibile in autobus o in taxi. Vi consiglio di visitare la cattedrale di Béziers e i suoi giardini.

 

Vista aerea di Agde

Dopo Béziers, ci dirigiamo verso Villeneuve-les-Béziers e Portiragnes, le cui terrazze e negozi sono molto vicini alla nostra base di Port-Cassafières. Poi si passa attraverso la chiusa del Libron, una bella struttura metallica che protegge il canale dalle inondazioni del Libron.

Un'altra chiusa notevole è la chiusa rotonda di Agde per la sua forma e la sua funzione di livellamento della chiusa del fiume Hérault. Il vostro viaggio lungo il Canal du Midi si concluderà all'Etang de Thau proprio di fronte al campanile di Marseillan e non lontano dai parchi di ostriche di Bouzigues.

 

 

Ponte canale sul Canal du Midi

A questo punto, il viaggio segue verso la Camargue per godersi la spiaggia, provare piatti di pesce, visitare la città medievale di Aigues-Mortes, vedere fenicotteri, tori e cavalli, e molto altro ancora...

Non esitare a contattare i nostri specialisti del turismo fluviale per aiutarti a programmare la tua vacanza in barca sul Canal du Midi.